GIORGIO BUSIGNANI

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

DELL'ACQUA E DELL'ARIA

 

“Gli uccelli sono felici con poco, il che è necessario, dato che non sarebbero altrimenti capaci di volare.” Questa frase di Willem Vermandere esprime la giusta visione per cogliere il sentire profondo di questi scatti. Il volo, sinonimo di libertà, leggerezza, bellezza e felicità. Non ci si libra in volo se non ci si abbandona con fiducia alla vita, trascendendo le trappole della mente, fabbrica instancabile di intelligenza creativa ma anche di paure, sfiducia, impedimenti.
Pur tuttavia, l’inseguire il volo, il cammino leggero, il raggiungimento di vette mentali, dimora di chiarezza consapevole, può rappresentare un cammino di crescita personale e spirituale. Ecco allora che nel leggero battito d’ali di un Airone, nell’elegante atteggiarsi di un Fenicottero, nel riflesso lieve delle acque di palude, si specchia la bellezza e l’unicità della manifestazione. Quasi una processo di purificazione che fa leva sull’armonia che sostiene la natura, disidentificandosi  in tal modo dalle miserie dell’ego.
Non fotografie naturalistiche nel senso più autentico del termine, quanto piuttosto fotogrammi di una visione eterea dell’avifauna, in cui nell’essenzialità dell’immagine emerge delicata l’eleganza e la bellezza di queste magnifiche creature.

 

 

"Birds are happy with very little, just what is necessary, since otherwise they wouldn't be able to fly." This phrase by Willem Vermandere perfectly expresses the vision underlying the profound feeling of these shots. Flight is synonymous with freedom, lightness, beauty and happiness. We can't soar through the sky unless surrender ourselves to life in full faith, overcoming the traps set by the mind, that tireless factory producing creative intelligence but also fear, distrust and obstacles.
Nevertheless, the pursuit of flight, the light path towards mental peaks and conscious clarity, can be a journey of personal and spiritual growth. It is in the light fluttering of wings of a heron, the elegant pose of a flamingo, in the faint reflection found in marsh waters that we see the beauty and uniqueness of the event. It is a process akin to purification that relies on the harmony that sustains nature, disassociating itself in this way from the miseries of the ego.
These are not wildlife photographs in the truest sense of the term, but rather glimpses of an ethereal vision of bird life, in which the essential nature of the image emerges through the delicate elegance and beauty of these magnificent creatures.