SANTE CASTIGNANI

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

ORLANDO TISATO - PITTORE

 

Il pittore Orlando Tisato è nato a Noventa di Padova, ma ha vissuto a Spello molti anni della propria vita. Personalmente lo conobbi, ragazzo, sul finire degli anni '70, e da allora la sua figura e il suo lavoro hanno rappresentato per me un insostituibile punto di riferimento. Orlando era molto fotogenico, a cominciare dal variopinto abbigliamento; ma era anche un attore nato, che aveva fatto della vita il proprio palcoscenico. In pratica, se avevo la macchina al collo,  ogni incontro diventava una sessione fotografica, all'insegna dell'eclettismo e dell'ironia; ma mai disgiunte, queste qualità, da una eleganza innata e raffinata.

Le immagini esposte in questa mostra, in quello che fu il suo ultimo atelier, raccontano un poco del nostro rapporto, della sua eclettica personalità, e della sua arte.
Dedico questa mostra alla memoria di Orlando, a quella della sua amata Lella, e a tutte le persone che lo hanno conosciuto ed apprezzato; allo stesso tempo, mi auguro che coloro che non hanno avuto questa fortuna, possano trovare in queste immagini lo spunto per approfondirne la conoscenza. 


Spello, settembre 2014
Sante Castignani

 

 

The painter Orlando Tisato was born in Noventa di Padova, but has lived in Spello many years of his life. I met him, as a boy, at the end of the 70s, and since then his figure and his work has been for me an irreplaceable point of reference. Orlando was very photogenic, starting with the colorful clothing; but he was also a born actor, who had made their stage of life. In practice, if I had my camera at the neck, every encounter became a photo session, in the name of eclecticism and irony; but never separated, these qualities, from a natural and refined elegance. The images in this exhibition, in what was his last studio, tell a little of our relationship, his eclectic personality, and his art. 
I dedicate this show to the memory of Orlando, to that of his beloved Lella, and all the people who knew and appreciated him; at the same time, I hope that those who have not been so lucky, they may find in these images an inspiration to deepen their knowledge.